Ai fini dell’accesso al Superbonus 110%, gli interventi devono rispettare i requisiti minimi previsti dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 6 agosto 2020 (Decreto Requisiti ecobonus) e, nel loro complesso, devono assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche, ovvero, se ciò non sia possibile, il conseguimento della classe energetica più alta[33], da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E.), prima e dopo l’intervento, rilasciato da un tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata[34].

Nei condomìni, le deliberazioni dell’assemblea del condominio aventi per oggetto l’approvazione degli interventi di Superbonus 110% e degli eventuali finanziamenti finalizzati agli stessi, nonché l’adesione all’opzione per la cessione del credito o per lo sconto in fattura, sono valide se approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno un terzo del valore (millesimi) dell’edificio[35].

Le deliberazioni dell’assemblea del condominio, aventi per oggetto l’imputazione a uno o più condomini dell’intera spesa riferita all’intervento deliberato, sono valide se approvate con le stesse modalità del punto precedente e a condizione che i condomini ai quali sono imputate le spese esprimano parere favorevole[36].

Ai fini dell’opzione per la cessione del credito o per lo sconto in fattura, il contribuente richiede il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta per gli interventi di Superbonus 110%[37]. Il visto di conformità è rilasciato:

  • dagli iscritti negli albi dei dottori commercialisti
  • dagli iscritti negli albi dei ragionieri e dei periti commerciali
  • dagli iscritti negli albi dei consulenti del lavoro
  • dai soggetti iscritti nei ruoli di periti ed esperti tenuti dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura per la sub-categoria tributi, in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio o equipollenti o diploma di ragioneria
  • dai responsabili dell’assistenza fiscale dei CAF

I dati relativi all’opzione per la cessione del credito o per lo sconto in fattura sono comunicati esclusivamente in via telematica, anche avvalendosi dei soggetti che rilasciano il visto di conformità[38].

Ai fini dell’applicazione del Superbonus 110%, per gli interventi che si intende realizzare, i tecnici abilitati asseverano il rispetto dei requisiti previsti dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 6 agosto 2020 (Decreto Requisiti ecobonus) e la corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati. Una copia dell’asseverazione è trasmessa, esclusivamente per via telematica, all’ENEA. Con il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 6 agosto 2020 (Decreto Asseverazioni) sono stabilite le modalità di trasmissione della suddetta asseverazione e le relative modalità attuative[39].

L’asseverazione di cui al punto precedente è rilasciata al termine dei lavori o per ogni stato di avanzamento dei lavori. L’asseverazione rilasciata dal tecnico abilitato attesta i requisiti tecnici sulla base del progetto e dell’effettiva realizzazione[40].

Ai fini dell’asseverazione della congruità delle spese si fa riferimento ai prezzari predisposti dalle regioni e dalle province autonome territorialmente competenti, relativi alla regione in cui è sito l’edificio oggetto dell’intervento.In alternativa ai suddetti prezzari, il tecnico abilitato può riferirsi ai prezzi riportati nelle guide sui “Prezzi informativi dell’edilizia” edite dalla casa editrice DEI – Tipografia del Genio Civile. Nel caso in cui i suddetti prezzari non riportino le voci relative agli interventi, o parte degli interventi da eseguire, il tecnico abilitato determina i nuovi prezzi per tali interventi in maniera analitica, secondo un procedimento che tenga conto di tutte le variabili che intervengono nella definizione dell’importo stesso[41].

Qualora si evidenzi che i costi sostenuti sono maggiori di quelli massimi indicati in relazione a una o più tipologie di intervento, il Superbonus 110% si applica nei limiti massimi individuati al punto precedente[42].

Al fine di semplificare la presentazione dei titoli abilitativi relativi agli interventi sulle parti comuni che beneficiano degli incentivi del Superbonus 110%, le asseverazioni dei tecnici abilitati in merito allo stato legittimo degli immobili plurifamiliari e i relativi accertamenti dello sportello unico per l’edilizia sono riferite esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dai medesimi interventi[43].

Per gli interventi di Superbonus 110%, nel cartello esposto presso il cantiere, in luogo ben visibile e accessibile, deve essere indicata anche la seguente dicitura: “Accesso agli incentivi statali previsti dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, Superbonus 110% per interventi di efficienza energetica”[44].

[33]“assicurare, nel loro complesso […] il miglioramento di almeno due classi energetiche […], ovvero, se non possibile in quanto l’edificio o unità immobiliare è già nella penultima (terzultima) classe, il conseguimento della classe energetica più alta (Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 24/E del 8 agosto 2020, punto 3).

[34]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 3.

[35]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 9-bis introdotto dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126 (Legge Agosto).

[36]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 9-bis introdotto dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126 (Legge Agosto) e modificato dalla legge 30 dicembre 2020, n. 178 (Finanziaria 2021).

[37]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 11.

[38]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 12.

[39]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 13.

[40]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 13-bis.

[41]Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 6 agosto 2020 (Decreto Requisiti ecobonus), allegato A, comma 13.1.

[42]Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 6 agosto 2020 (Decreto Requisiti ecobonus), allegato A, comma 13.3.

[43]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 13-ter introdotto dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126 (Legge Agosto)

[44]Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 119, comma 14-bis introdotto dalla legge 30 dicembre 2020, n. 178 (Finanziaria 2021).